Droga e prostituzione. Chiusa la Spa a luci rosse in Slovenia.

Droga e prostituzione. Traffico di ragazze provenienti dall’Est Europa. Queste le accuse rivolte ai proprietari del “Marina sauna club” di Nova Gorica. Il famoso centro benessere situato in Slovenia, a due passi da Gorizia e da Trieste, è stato sequestrato dalla Polizia Criminale slovena. Coinvolte più di 300 ragazze. Alcune escort vivevano in Italia.

Ne avevamo parlato un paio d’anni fa nel nostro blog. Raccontando di questo splendido centro relax dedicato agli uomini soli. Il “Marina SpA, erotic wellness oase” in Slovenia era davvero un’oasi erotica dedicata al piacere. Frequentatissimo dagli italiani ma non solo. Lusso, servizi di alto livello, bellissime escort italiane e ragazze dell’Est Europa molto compiacenti a disposizione dei frequentatori. Dopo poco più di 10 anni di attività (era stato aperto nel 2008), la Polizia slovena ha messo i sigilli al locale.

Sequestro Marina sauna club Slovenia. Magica Escort

Droga e prostituzione oltre al traffico di esseri umani. Questi i motivi che hanno determinato il sequestro e la chiusura del “Marina sauna club” di Nova Gorica in Slovenia. (Immagine tratta dal web)

Una Spa a luci rosse. Sequestrato il “Marina Sauna Club” in Slovenia. Droga e prostituzione.

I fatti risalgono alla fine di gennaio 2019. La solita retata in tarda serata. Imponenti le forze di Polizia della Slovenia impiegate nell’operazione. Dopo anni di indagini iniziate nel 2014, il “Marina sauna club” di Ajševica (Nova Gorica) è stato posto sequestro. Chiusura totale e molti arresti, tra cui i due proprietari, già noti alle autorità slovene per altri reati penali.

Stando alle comunicazioni ufficiali rese note dalla Polizia Criminale slovena, i due proprietari sono cittadini sloveni. Conosciutissimi a quanto pare in ambito giudiziario. Avevano messo in piedi un’organizzazione criminale che si avvaleva anche di alcuni cittadini rumeni.

Pesantissime le accuse. Droga e prostituzione. Fino a qui nulla di strano. Siamo soliti leggere notizie di questo tipo nelle cronache dei giornali. Per quanto riguarda la droga, pare che girasse a fiumi nelle notti di passione che si svolgevano all’interno del centro benessere sloveno. Definito dai suoi proprietari un’oasi del piacere.

Lo sfruttamento della prostituzione era quasi scontato. Da quanto è emerso dalle indagini, le escort e le ragazze che lavoravano al “Marina sauna club” seguivano regole ferree e dovevano assoggettarsi ai voleri dei proprietari del locale che, pare, non fossero proprio dei gentleman.

Cosa gravissima, oltre alle accuse di droga e prostituzione, è il traffico di esseri umani. Proprio così. Le autorità slovene hanno accertato che le ragazze venivano reclutate nei paesi dell’Est Europa, in Romania e Albania. Costrette a lavorare non in maniera indipendente ma seguendo le regole imposte dall’organizzazione criminale.

Sesso, droga e prostituzione. Ma anche centro massaggi e oasi per il relax.

Naturalmente, la chiusura ed il sequestro del “Marina sauna club” in Slovenia ha fatto molto scalpore. Questo splendido centro wellness si era fatto un gran nome in 10 anni di attività. Diventando uno dei locali più rinomati in Europa. I frequentatori abituali di questi ambienti dedicati al relax e al piacere sessuale lo ritenevano all’altezza di ogni pretesa.

Leggendo qua e là in internet, le varie recensioni a carico del “Marina sauna club” erano estremamente positive. Bellissime fanciulle molto disponibili. Escort italiane ed escort russe che intrattenevano i clienti in cerca di avventure piacevoli e piccanti. Ambiente lussuoso e ricercato. Camere e suite a disposizione degli uomini che volevano appartarsi con le accompagnatrici.

Ma la droga e la prostituzione cosa c’entrano in questo contesto? Va ricordato che in Slovenia la prostituzione al chiuso è legale. Non è possibile prostituirsi in strada o all’aperto. Ovviamente, lo sfruttamento della prostituzione e il traffico di droga sono perseguiti con estrema decisione e rigore. Al “Marina sauna club” di Nova Gorica, le prostitute e la droga erano componenti essenziali a quanto pare.

Prostituzione Slovenia.

In dieci anni di attività, oltre 300 ragazze, escort ed accompagnatrici hanno offerto i loro servizi sessuali al “Marina sauna club” in Slovenia. La Polizia slovena ha scoperto il racket della prostituzione. Ragazze reclutate in Albania, Romania e nei paesi dell’Est Europa. (Immagine tratta dal web)

Fatturato alle stelle con droga e prostituzione. 300 ballerine coinvolte.

Le chiamavano ballerine, proprio così. In realtà erano le ragazze che intrattenevano i clienti in costume da bagno oppure indossando completini intimi mozzafiato. Si perché il “Marina sauna club” era un centro wellness trasformato in Spa a luci rosse. Piscina interna, quella esterna sempre riscaldata, zona massaggio, cinema erotico a disposizione per creare la giusta eccitazione.

Oltre agli spettacoli pseudo erotici che si svolgevano ogni sera. Pacchetti a prezzo vantaggioso offerti ai clienti e serate a tema. Tutte all’insegna dell’erotismo e del piacere. Lo abbiamo riferito prima. Il “Marina sauna club” in Slovenia era una vera e propria oasi erotica.

Recentemente, nelle indagini che hanno portato alla chiusura per droga e prostituzione del locale sloveno situato a pochi chilometri dal confine con l’Italia, pare sia stata coinvolta anche la Polizia italiana. Sembra chiaro il coinvolgimento di molte escort di Gorizia e di altrettante accompagnatrici di Trieste. Che abitavano nelle due città friulane e lavoravano al “Marina sauna club” di Nova Gorica.

Obiettivo primario per le autorità italiane è capire se le ragazze che garantivano il piacere sessuale ai clienti della spa a luci rosse slovena intrattenessero anche in Italia i clienti con incontri di sesso a pagamento. Vedremo come evolverà la situazione. Attualmente, il sito ufficiale del “Marina sauna club” recita con un pochino di ipocrisia: “temporaneamente chiuso”.

Polizia slovena sequestra oasi erotica di Nova Gorica. Magica Escort

La Polizia Criminale della Slovenia ha deciso per il sequestro e la chiusura del “Marina sauna club” di Nova Gorica. L’oasi erotica del piacere, a due passi dal confine italiano, non è più accessibile. (Immagine tratta dal web)

14 milioni di euro e centinaia di ragazze compiacenti e molto disponibili.

Dieci anni di attività per un fatturato accertato di oltre 14 milioni di euro. 300 e più le ragazze coinvolte che sembra offrissero favori sessuali in cambio di denaro. Droga e prostituzione a disposizione di tutti. Italiani come al solito protagonisti delle serate e delle notti bollenti al “Marina sauna club” in Slovenia. Le automobili con le targhe italiane erano le più numerose nei parcheggi annessi alla spa a luci rosse di Nova Gorica.

Chi lo sa se il fatturato documentato provenisse solo dall’intrattenimento offerto all’interno del locale. Giusto per ricordarlo, il biglietto di entrata al locale sequestrato per droga e prostituzione era di 85 euro a persona. Includeva tutti i servizi annessi al “Marina sauna club”, un ricchissimo buffet e tutte le bevande analcoliche. Droga e prostituzione, oltre al sesso con le ragazze, erano optional. Quelli che comunemente vengono definiti gli “extra“.

Fonti:

Il Piccolo del 09/03/2019

24ur Slovenia del 25/01/2019

 

 

 

One Response to Droga e prostituzione. Chiusa la Spa a luci rosse in Slovenia.

  1. Pingback: MARINA SpA, erotic wellness oase in Slovenia. • Magica Escort

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.