Valentina. Il 25 dicembre è il suo compleanno.

Valentina di Guido Crepax compie gli anni il 25 dicembre.

Auguri ad un mito della femminilità. Proprio il giorno di Natale nacque Valentina, il mitico personaggio creato da Guido Crepax. Era il lontano 1965 quando il fumettista italiano diede alla luce questa icona intramontabile dell'universo femminile. Un successo annunciato che è ancora vivissimo. Nonostante la morte del suo creatore, avvenuta nel 2003.

Che dire di più della tanto amata Valentina? Raffigurata con il suo immancabile caschetto. Spesso protagonista di un erotismo raffinato ed elegante. Una vera e propria musa ispiratrice,  esempio modernissimo di stile, di eleganza, di classe innata. Con un fascino irresistibile ed un sex appeal indiscutibile. Questa "morettina" da sballo è sempre stata molto amata. Sia dagli uomini ma anche dalle donne.

Donna indipendente, affascinante e carismatica.

Indubbiamente lo è sempre stata. Valentina (Rosselli il cognome) nasce dalla penna di Guido Crepax nel 1965. Da quel momento, iniziò la parabola ascendente di questa splendida ragazza con i capelli a caschetto. Un'ascesa inarrestabile. Del resto, anche oggi che è il suo compleanno, Valentina è presente nella memoria di molti. Basta dire Valentina di Guido Crepax per evocare bellezza, erotismo, provocazione, sensualità, intrigo e mistero.

Ma chi era veramente Valentina di Crepax? Nasce a due passi dai Navigli di Milano nel 1942, proprio il giorno di Natale. Quindi, nell'anno di nascita del personaggio di Crepax, Valentina aveva 23 anni. Fotografa, donna colta e moderna, milanese doc. Vive le sue avventure, con l'immancabile macchina fotografica, lungo i meandri della linea rossa della metropolitana di Milano.

Esempio di emancipazione, sicura dei propri mezzi, consapevole del proprio fascino e della propria carica erotica. Proprio come dovrebbe essere una vera top class escort di oggi. L'elegante condominio milanese in cui nacque, sorge a poca distanza dal Liceo "Manzoni" di Milano. Furono proprio gli studenti, i liceali in particolare, che la adoreranno.

Esempio di emancipazione femminile. Questo è Valentina.

Le prime pubblicazioni del fumetto di Valentina risalgono al 1965. Siamo nel pieno del boom economico. Valentina rappresenta una ragazza di 23 anni che desidera essere protagonista di un cambiamento epocale della società di quel periodo. Colta, attenta alle questioni politiche e sociali, Valentina interpreta il mondo femminile che desidera affrancarsi. Lontano dagli stereotipi di quel tempo.

Nonostante sia la protagonista di un fumetto, Guido Crepax non amò mai questo tipo di definizione. Preferiva parlare di "letteratura disegnata". Valentina, contrariamente a molte eroine dei fumetti, ha una data di nascita. Appunto il 25 dicembre 1942. Crepax la fa vivere senza il timore del tempo che passa.

La donna dal caschetto cresce, vive le sue esperienze, si gode la sua sessualità, libera da pregiudizi e senza temere il giudizio. Ecco perché è sempre stata molto amata anche dalle donne. Non è mai stata concepita come un personaggio erotico. Nonostante Valentina sia stata spesso disegnata nuda e in pose ammiccanti.

Reggicalze, corsetti e perizoma.

Senza alcun dubbio, Valentina riuscì ad anticipare le mode. Raffigurata con i corsetti, il reggicalze ed il perizoma, anticipò quello che divenne un abbigliamento intimo consueto ed abituale per ogni donna. Abolendo l'uso degli orribili collant che caratterizzavano le donne di quel periodo.

Con Valentina esplose il perizoma. In effetti, di lì a poco, il perizoma divenne insostituibile per molte donne. Lei è sempre stata la vera icona del feticismo. Quello raffinato ed elegante. Privo di ogni sorta di volgarità. Anzi, al contrario, Valentina diventa un esempio di seduzione. Evoca fantasie sessuali, giochi erotici, complicità fisica e mentale. Insomma, la donna che tutte vorrebbero essere e che tutti gli uomini desiderano.

Anche oggi, il mito di Valentina continua. Forse più forte di prima. Rappresentazione perfetta di una donna borghese, emancipata, che desidera uscire da un mondo prettamente maschilista. Capace di vivere la propria sessualità senza tabù. Idolo di giovani e meno giovani. Sempre bellissima, a tutte le età.

Escort ed accompagnatrici: prendete esempio da Valentina.

Certamente non era una escort, nel senso letterale del termine. Guido Crepax è stato capace di creare un personaggio femminile a 360 gradi. Nonostante si schernisse quando lo definivano un disegnatore di fumetti erotici, Crepax ha saputo inventare una donna moderna, libera, indipendente, intrigante ed affascinante.

Ci chiediamo spesso se le escort di Milano abbiano mai letto qualche fumetto di Valentina. Perché avrebbero molto da imparare. Oggi, per molte escort e top class girls, la seduzione è fatta di volgarità. Ritengono necessario esibire il nudo con ostentazione. Senza un minimo di pudore.

No. La bellissima ragazza dai capelli a caschetto ha svelato al mondo la necessità di sedurre con eleganza. Facendo attenzione ai dettagli, al particolare che è, esso stesso, seduzione. Inoltre, Valentina ha rivelato a tutti che la bellezza non basta. Ci vuole cultura, determinazione, consapevolezza. Tutti aspetti che caratterizzano una donna vincente. Questo dovrebbero capire le escort di lusso.

Valentina Rosselli di Guido Crepax. Magica Escort

Il 25 dicembre 1942 nacque Valentina Rosselli. Guido Crepax nel 1965 diede vita ad un fumetto memorabile. Creò il personaggio di Valentina, la ragazza dai capelli a caschetto. Una vera icona, esempio di emancipazione femminile. (Immagine tratta dal web)

 

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.