WhatsApp arma a doppio taglio per le escort.

WhatsApp ed escort. Un rapporto difficile.

WhatsApp è forse la più nota applicazione di messaggistica. Naturalmente, oltre ad essere usata in ambito strettamente personale, WhatsApp è diventata uno strumento insostituibile anche per le escort e le accompagnatrici. Praticamente tutte le escort o quasi, pubblicando i loro annunci personali sui vari siti specializzati del settore, collegano il numero di telefono a WhatsApp.

Forse per comodità, certamente. Ma, molto probabilmente, hanno tralasciato un piccolo dettaglio che secondo noi di Magica Escort sta creando alle escort un mucchio di incomprensioni. Proprio per questo motivo, l'uso poco attento di WhatsApp da parte delle escort di lusso e delle accompagnatrici di alto livello, in alcuni casi, si rivela un'arma a doppio taglio.

La risposta automatica con WhatsApp semplifica la vita alle escort?

Ovviamente, questo è il primo aspetto che balza agli occhi di tutti. Sicuramente le escort e le accompagnatrici riceveranno decine di telefonate al giorno. Molte delle quali giungono attraverso WhatsApp. La maggior parte delle quali vengono effettuate dai cosiddetti "perditempi". Ossia da quelle persone che, solitamente, non avendo nulla di meglio da fare, importunano le belle ragazze che pubblicano annunci per incontri di sesso a pagamento.

Proprio per questo motivo, le escort e le accompagnatrici hanno adottato una tecnica semplice e comune a molti su WhatsApp. Ovvero predisporre una risposta automatica. In questo modo, ad ogni messaggio ricevuto su WhatsApp, inoltrano automaticamente una risposta. Corredata da alcune informazioni che non sempre si rivelano azzeccate. Anzi, in alcuni casi, possono danneggiare la loro professione e mettere a rischio la loro sicurezza.

Servizi, prezzi e location comunicati attraverso WhatsApp.

Certamente questo, almeno secondo noi di Magica Escort, è un errore grossolano. Comunicare a dei potenziali clienti i servizi svolti, le tariffe per la compagnia di una escort e l'indirizzo in cui ricevono, rappresenta un rischio che non andrebbe corso. Evidentemente, rispondere ad ogni singolo messaggio ricevuto su WhatsApp, potrebbe rappresentare una grande perdita di tempo. Ma siamo sicuri che questo rientri nelle prerogative delle top class escort e delle accompagnatrici di lusso.

Una escort di alto livello dovrebbe fornire solo informazioni essenziali su WhatsApp.

Cerchiamo di analizzare i motivi per cui, una risposta automatica inviata attraverso WhatsApp non rappresenta una scelta vincente. Oltre ad essere fuorviante in molti casi, la risposta automatica con l'indicazione delle tariffe applicate e dei servizi sessuali a pagamento offerti, tende ad abbassare notevolmente il livello delle accompagnatrici top class.

Infatti, tutte le informazioni necessarie dovrebbero essere fornite al telefono e non attraverso WhatsApp. La telefonata rappresenta il mezzo migliore con il quale fissare un appuntamento con una escort o con una top class girl. Le altre forme di comunicazione servono solo per evitare di perdere tempo.

Rischi connessi all'utilizzo di WhatsApp.

Senza dubbio, WhatsApp, quando viene usato incautamente, contempla dei rischi. Infatti, le escort e le accompagnatrici, nelle risposte automatiche, allegano il loro tariffario. Brutta abitudine. Anche perché, molto spesso, adeguano le tariffe in base al tipo di annuncio pubblicitario che pubblicano. In buona sostanza, se pubblicano un annuncio in un sito di alto livello, indicano delle tariffe alte, Contrariamente, quando pubblicano un annuncio per incontri in un sito di basso livello, indicano tariffe molto più basse.

WhatsApp ed escort.

WhatsApp, come tutte le altre applicazioni di messaggistica, risulta essere molto utilizzato dalle escort e dalle accompagnatrici. Spesso in modo rischioso e fuorviante. (Immagine tratta dal web)

I potenziali clienti delle escort fanno lunghe ricerche su Internet per evitare fregature.

proprio per questo motivo, la risposta automatica inoltrata attraverso WhatsApp ad un loro messaggio, rappresenta per i clienti stessi un punto di partenza formidabili. Utilizzando il numero di telefono della escort, eseguono una semplice ricerca su Google. In questo modo, riescono a rintracciare quasi tutti gli annunci pubblicitari pubblicati dalle escort e dalle accompagnatrici.

Ora, proprio perché molte di queste splendide ragazze indicano le tariffe dei loro servizi, i potenziali clienti delle escort si trovano ad avere tutte le informazioni necessarie per iniziare una trattativa economica per un incontro sessuale. Evidentemente, tutto questo va a discapito della escort. Del resto, il punters cerca sempre di spendere meno. Anzi, tratta sempre il prezzo delle prestazioni sessuali offerte dalle escort.

Conclusioni sulle escort che usano WhatsApp.

Pochissime di loro usano WhatsApp in maniera corretta. Potrebbe essere uno strumento molto comodo per evitare di parlare al telefono di situazioni e contesti che non sempre possono essere affrontati. Indubbiamente però, se attraverso WhatsApp vengono comunicati prezzi e tariffe discordanti, tutto questo si traduce in un boomerang senza possibilità di ritorno per le escort.

Dopo tutto, una volta che si sono abbassati i prezzi per un incontro erotico a pagamento, risulta davvero difficile alzarli nuovamente. Infine, la risposta automatica su WhatsApp, rappresenta per il potenziale cliente delle escort una prova inconfutabile. Certamente i prezzi, una volta scritti, non potranno essere contestati.

Praticamente quello che succede pubblicando annunci fake. Molti clienti stampano le foto che, quando non sono reali, diventano devastanti per una escort. Per finire, MAI pubblicare l'indirizzo della location in cui si ricevono i clienti attraverso WhatsApp.

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.